Il contributo evidenzia i passaggi cruciali riguardanti la questione dei minori devianti a cavallo tra Otto e Novecento. Proprio in questo arco di tempo vennero poste le basi politiche, socio-culturali, ma soprattutto pedagogiche per la creazione di nuove istituzioni, attente ai bisogni e ai diritti dei minori, che trovarono esito nei cambiamenti intervenuti, a partire dalla seconda metà del Novecento. Nell’esaminare il tema delineato, si focalizzerà poi l’attenzione sul ruolo di primo piano svolto da alcune protagoniste del femminismo di inizio Novecento a favore dell’infanzia deviante, sia in fase di elaborazione teorica che di azione concreta.

La devianza minorile tra istituzionalizzazione e cultura dei diritti tra Ottocento e Novecento

RAIMONDO, ROSSELLA
2015

Abstract

Il contributo evidenzia i passaggi cruciali riguardanti la questione dei minori devianti a cavallo tra Otto e Novecento. Proprio in questo arco di tempo vennero poste le basi politiche, socio-culturali, ma soprattutto pedagogiche per la creazione di nuove istituzioni, attente ai bisogni e ai diritti dei minori, che trovarono esito nei cambiamenti intervenuti, a partire dalla seconda metà del Novecento. Nell’esaminare il tema delineato, si focalizzerà poi l’attenzione sul ruolo di primo piano svolto da alcune protagoniste del femminismo di inizio Novecento a favore dell’infanzia deviante, sia in fase di elaborazione teorica che di azione concreta.
STUDIUM EDUCATIONIS
Raimondo, Rossella
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/516514
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact