Nuova interpretazione dei due documenti dall'incipit lacunoso incisi sulla stele opistografa SEG 57, 1150 relativa all'insediamento di Apolloniou Charax (Lidia). Il testo sul lato A è una lettera del re Eumene II ad un funzionario; il controverso testo B, di cui si propone una traduzione, è una lettera del medesimo sovrano ad un funzionario all'interno della quale è citata letteralmente una petizione proveniente con ogni probabilità dagli abitanti di Apolloniou Charax. La citazione della petizione non è continua, ma interrotta dagli incisi in cui riemerge la voce diretta del re (linee 5-6?; 18-23; 24).

Alcune questioni aperte sull'iscrizione attalide di Apolloniou Charax (SEG 57, 1150)

BENCIVENNI, ALICE
2015

Abstract

Nuova interpretazione dei due documenti dall'incipit lacunoso incisi sulla stele opistografa SEG 57, 1150 relativa all'insediamento di Apolloniou Charax (Lidia). Il testo sul lato A è una lettera del re Eumene II ad un funzionario; il controverso testo B, di cui si propone una traduzione, è una lettera del medesimo sovrano ad un funzionario all'interno della quale è citata letteralmente una petizione proveniente con ogni probabilità dagli abitanti di Apolloniou Charax. La citazione della petizione non è continua, ma interrotta dagli incisi in cui riemerge la voce diretta del re (linee 5-6?; 18-23; 24).
Alice Bencivenni
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/513170
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact