Metamorfosi del corpo nella cultura (post)sovietica