Studio empirico di tipo longitudinale che si propone di mettere in evidenza gli effetti di differenti transizioni occupazionali nel corso della carriera lavorativa. Viene utilizzata la nozione di àncora di carriera come caratteristica del self in grado di modulare gli effetti delle transizioni psicosociali. Sono stati intervistati mediante questionario 173 lavoratori in transizione in un'azienda italiana di servizi. Le misure hanno riguardato: self-efficacy, àancore di carriera, soddisfazione per la carriera e nbenessere psicologico. I risultati si riferiscono a lavoratori nella fase di ingresso organizzativo e in mobilità di ruolo. Sono state effettuate due rilevazioni nel corso del tempo per testare gli effetti del cambiamento. I risultati confermano l'importanza di possedere àncore di carriera nel delneare outcomes positivi dell'esperienza professionale. In particolarei lavoratori in mobilità interna con almeno un'àncora di carriera percepiscono meno camiamento personale nella seconda rilevazione rispetto a chi non possiede un'àncora come predetto dalla teoria di E. Schein.

Career anchors effects on work transitions: an exploratory longitudinal study

SARCHIELLI, GUIDO;TODERI, STEFANO
2005

Abstract

Studio empirico di tipo longitudinale che si propone di mettere in evidenza gli effetti di differenti transizioni occupazionali nel corso della carriera lavorativa. Viene utilizzata la nozione di àncora di carriera come caratteristica del self in grado di modulare gli effetti delle transizioni psicosociali. Sono stati intervistati mediante questionario 173 lavoratori in transizione in un'azienda italiana di servizi. Le misure hanno riguardato: self-efficacy, àancore di carriera, soddisfazione per la carriera e nbenessere psicologico. I risultati si riferiscono a lavoratori nella fase di ingresso organizzativo e in mobilità di ruolo. Sono state effettuate due rilevazioni nel corso del tempo per testare gli effetti del cambiamento. I risultati confermano l'importanza di possedere àncore di carriera nel delneare outcomes positivi dell'esperienza professionale. In particolarei lavoratori in mobilità interna con almeno un'àncora di carriera percepiscono meno camiamento personale nella seconda rilevazione rispetto a chi non possiede un'àncora come predetto dalla teoria di E. Schein.
Sarchielli G.; Toderi S.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/5082
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact