Con il termine Internal Dealing si identificano le operazioni compiute sui titoli di una società quotata da un elenco di persone “rilevanti”. La comunicazione di tali operazioni al mercato segue il duplice obiettivo di contrastare i reati riconducibili ad abusi di mercato (insider trading e aggiottaggio) e migliorare il grado di trasparenza ampliando lo spettro di informazioni price sensitive da comunicare al mercato. Sulle operazioni di Internal Dealing dal 1° Gennaio 2003 vigeva un obbligo di comunicazione imposto dal Regolamento dei Mercati Organizzati e Gestiti da Borsa Italiana S.p.a., mentre dal 1° Aprile 2006 tale obbligo deriva dalla Market Abuse Directive (n°6/2003) recentemente recepita nell’ordinamento italiano (L. n°62/2005 e Delibera Consob n°15232/2005). Il presente lavoro ha analizzato il primo anno di applicazione della normativa sull’Internal Dealing (680 avvisi e 5136 singole transazioni), analizzando il soggetto comunicante, il rispetto della tempistica di comunicazione e la collocazione della transazione in termini di performance ex ante ed ex post dei titoli oggetto dell’operazione.

L’Internal dealing: una prima verifica empirica sul mercato italiano

BAJO, EMANUELE;BIGELLI, MARCO;PETRACCI, BARBARA
2007

Abstract

Con il termine Internal Dealing si identificano le operazioni compiute sui titoli di una società quotata da un elenco di persone “rilevanti”. La comunicazione di tali operazioni al mercato segue il duplice obiettivo di contrastare i reati riconducibili ad abusi di mercato (insider trading e aggiottaggio) e migliorare il grado di trasparenza ampliando lo spettro di informazioni price sensitive da comunicare al mercato. Sulle operazioni di Internal Dealing dal 1° Gennaio 2003 vigeva un obbligo di comunicazione imposto dal Regolamento dei Mercati Organizzati e Gestiti da Borsa Italiana S.p.a., mentre dal 1° Aprile 2006 tale obbligo deriva dalla Market Abuse Directive (n°6/2003) recentemente recepita nell’ordinamento italiano (L. n°62/2005 e Delibera Consob n°15232/2005). Il presente lavoro ha analizzato il primo anno di applicazione della normativa sull’Internal Dealing (680 avvisi e 5136 singole transazioni), analizzando il soggetto comunicante, il rispetto della tempistica di comunicazione e la collocazione della transazione in termini di performance ex ante ed ex post dei titoli oggetto dell’operazione.
Finanza e industria in Italia Ripensare la "corporate governance" e i rapporti tra banche, imprese e risparmiatori per lo sviluppo della competitività
189
199
E.Bajo; M.Bigelli; B.Petracci
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/50420
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact