"Il sorriso di Dafne" è un punto di arrivo e di cambiamento radicale di un autore-attore sempre rivoluzionario