SULLA "TRADIZIONE ROMANA DEI SEGNI CARTOGRAFICI"