La violenza domestica è un reato: tuttavia, ancora oggi, esso è scarsamente denunciato e il “numero oscuro” è sicuramente molto elevato. Nel marzo 2001 il Parlamento italiano ha varato la legge n. 154 recante “Misure contro la violenza nelle relazioni familiari”, ritenuta da subito un “atto normativo contro il ricatto della paura” in considerazione delle numerose prescrizioni ivi contenute e volte ad impedire all’aggressore la reiterazione della condotta dannosa. Sulla scorta di queste osservazioni preliminari, a sei anni dall’entrata in vigore della norma pare opportuno cercare di evidenziare quali siano i mutamenti prodotti da questa norma.

La legge 154/2001 in tema di ‘Misure contro la violenza nelle relazioni familiari’: cosa è cambiato nel nostro Paese dopo la sua entrata in vigore?

VEZZADINI, SUSANNA
2007

Abstract

La violenza domestica è un reato: tuttavia, ancora oggi, esso è scarsamente denunciato e il “numero oscuro” è sicuramente molto elevato. Nel marzo 2001 il Parlamento italiano ha varato la legge n. 154 recante “Misure contro la violenza nelle relazioni familiari”, ritenuta da subito un “atto normativo contro il ricatto della paura” in considerazione delle numerose prescrizioni ivi contenute e volte ad impedire all’aggressore la reiterazione della condotta dannosa. Sulla scorta di queste osservazioni preliminari, a sei anni dall’entrata in vigore della norma pare opportuno cercare di evidenziare quali siano i mutamenti prodotti da questa norma.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/49216
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact