Il presente studio è incentrato sulla caratterizzazione quali-quantitativa della sostanza organica umificata estratta e purificata dagli orizzonti organo-minerali A1 e A2 di quattro suoli forestali, appartenenti alle terre brune acide dell'Appennino Emiliano. I profili scelti per lo studio si sono formati ed evoluti su di un substrato litologico di arenarie quarzoso-feldspatiche (Formazione di Monghidoro) e rientrano, dal punto di vista evolutivo, negli ordini degli Entisols (Mong 30-31 e 34) e degli Inceptisols (Mong 33). Si sono scelte due tipologie di coperture arboree, al fine di individuare differenze nelle caratteristiche della frazione organica umificata, riconducibili alla natura di diversi apporti vegetali. Per osservare come la copertura vegetale influisca sulla frazione organica umificata i campioni sono stati prelevati sotto bosco puro di faggio (Fagus sylvatica L.) e sotto copertura mista o con prevalenza di conifere (Pseudotsuga menziesii Franco ed Abies alba M.). Le analisi effettuate sono state la determinazione del C organico nelle varie forme: totale (Corg), estraibile (Cestr), umificato (CHA e CFA), dei parametri di umificazione (HU%, HR%, HI) e la componente organica estratta, purificata e liofilizzata, è stata analizzata mediante titolazione potenziometrica, analisi termica (TG-DSC) ed analisi spettroscopica infrarossa in trasformata di Fourier (FT-IR). Ciò che è emerso dall'analisi dei risultati è sicuramente la maggior dotazione di C organico totale e la miglior qualità del C organico umificato dei suoli posti sotto copertura di latifoglie e la maggior dotazione di gruppi funzionali acidi di tipo carbossilico (COOH) della frazione a basso peso molecolare della sostanza organica umificata (FA) sotto entrambi i tipi di copertura. Dalle determinazioni termiche e spettroscopiche in generale, è emersa l'influenza della diversa copertura arborea sulla frazione umica ma non su quella fulvica della sostanza organica.

CARATTERIZZAZIONE QUALI-QUANTITATIVA DELLA SOSTANZA ORGANICA DEGLI EPIPEDON DI SUOLI BRUNI ACIDI DELL’APPENNINO EMILIANO SOTTO BOSCO DI LATIFOGLIE E DI CONIFERE.

VIANELLO, GILMO;VITTORI ANTISARI, LIVIA
2007

Abstract

Il presente studio è incentrato sulla caratterizzazione quali-quantitativa della sostanza organica umificata estratta e purificata dagli orizzonti organo-minerali A1 e A2 di quattro suoli forestali, appartenenti alle terre brune acide dell'Appennino Emiliano. I profili scelti per lo studio si sono formati ed evoluti su di un substrato litologico di arenarie quarzoso-feldspatiche (Formazione di Monghidoro) e rientrano, dal punto di vista evolutivo, negli ordini degli Entisols (Mong 30-31 e 34) e degli Inceptisols (Mong 33). Si sono scelte due tipologie di coperture arboree, al fine di individuare differenze nelle caratteristiche della frazione organica umificata, riconducibili alla natura di diversi apporti vegetali. Per osservare come la copertura vegetale influisca sulla frazione organica umificata i campioni sono stati prelevati sotto bosco puro di faggio (Fagus sylvatica L.) e sotto copertura mista o con prevalenza di conifere (Pseudotsuga menziesii Franco ed Abies alba M.). Le analisi effettuate sono state la determinazione del C organico nelle varie forme: totale (Corg), estraibile (Cestr), umificato (CHA e CFA), dei parametri di umificazione (HU%, HR%, HI) e la componente organica estratta, purificata e liofilizzata, è stata analizzata mediante titolazione potenziometrica, analisi termica (TG-DSC) ed analisi spettroscopica infrarossa in trasformata di Fourier (FT-IR). Ciò che è emerso dall'analisi dei risultati è sicuramente la maggior dotazione di C organico totale e la miglior qualità del C organico umificato dei suoli posti sotto copertura di latifoglie e la maggior dotazione di gruppi funzionali acidi di tipo carbossilico (COOH) della frazione a basso peso molecolare della sostanza organica umificata (FA) sotto entrambi i tipi di copertura. Dalle determinazioni termiche e spettroscopiche in generale, è emersa l'influenza della diversa copertura arborea sulla frazione umica ma non su quella fulvica della sostanza organica.
Atti Convegno Nazionale Società Italiana di Scienze del Suolo “Suolo Ambiente Paesaggio”,
332
342
Dell’Abate M.T.; Giovannini C.; Pontalti F.; Vianello G.; Vittori Antisari L.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/48183
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact