Prendendo lo spunto dallo studio di R. Crivelli "A Rose for Joyce" (Trieste, 2004, già recensito per la James Joyce Quarterly) l'articolo esamina in dettaglio i rapporti di Joyce, insegnante di inglese a Trieste, con le sue allieve, tutte dell'alta borghesia triestina e spesso appartenti a famiglie di cultura ebraica, cosa che affascinava Joyce

Joyce il seduttore

BOLLETTIERI, ROSA MARIA
2007

Abstract

Prendendo lo spunto dallo studio di R. Crivelli "A Rose for Joyce" (Trieste, 2004, già recensito per la James Joyce Quarterly) l'articolo esamina in dettaglio i rapporti di Joyce, insegnante di inglese a Trieste, con le sue allieve, tutte dell'alta borghesia triestina e spesso appartenti a famiglie di cultura ebraica, cosa che affascinava Joyce
R.M. Bollettieri Bosinelli
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/47608
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact