L'ingresso del "nuovo" nel gruppo di psicoterapia