In qualità di discussant della sessione dei lavori del convegno dedicata a “Culture e soggettività”, Gagliani pone la questione delle continuità e delle discontinuità nella storia del fascismo dalle origini, nel primo dopoguerra, alla sconfitta finale, nel 1945. In particolare, al di là dei giudizi che separano il fascismo fino al 1943 dal fascismo successivo, vengono posti in evidenza gli elementi di continuità fra le due esperienze che le vicende individuali dei militanti e degli aderenti sottolineano.

Biografie di “repubblichini” e continuità e discontinuità culturali e politiche

GAGLIANI, DIANELLA
2006

Abstract

In qualità di discussant della sessione dei lavori del convegno dedicata a “Culture e soggettività”, Gagliani pone la questione delle continuità e delle discontinuità nella storia del fascismo dalle origini, nel primo dopoguerra, alla sconfitta finale, nel 1945. In particolare, al di là dei giudizi che separano il fascismo fino al 1943 dal fascismo successivo, vengono posti in evidenza gli elementi di continuità fra le due esperienze che le vicende individuali dei militanti e degli aderenti sottolineano.
Violenza, tragedia e memoria della Repubblica sociale italiana. Atti del convegno nazionale di studi (Fermo, 3-5 marzo 2005)
205
213
D. Gagliani
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/40721
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact