L’uso dei social network all’interno di movimenti politici e di protesta sta assumendo una crescente importanza specie in paesi governati da regimi non democratici. È questo il caso dell’uso che in Iran, nel contesto della cosiddetta Onda Verde, si è fatto di Twitter. Oggetto del mio lavoro è la descrizione del posto e della funzione che questo mezzo ha avuto nel più generale contesto della Rete nel favorire e rendere possibile la circolazione dell’informazione nel caso iraniano. Prima di arrivare a questo occorrerà però descrivere brevemente i due fenomeni che si sono incontrati a partire dal 12 giugno 2009. In primo luogo descriverò il funzionamento del mezzo e la sua breve storia e l’uso che se n’è fatto in casi simili a quello iraniano. Infine riassumerò brevemente i fatti iraniani e la protesta esplosa in seguito alle elezioni del giugno 2009, che hanno visto il presidente Mahmoud Ahmadinejad avere la meglio, grazie a evidenti e verificati brogli elettorali, sul suo principale rivale Mir Hossein Mousavi. Nel caso d’analisi iraniano procederò dal generale al particolare. Prima di tutto proporrò una possibile tipologia dei twitter coinvolti nei fatti iraniani in base alla lingua utilizzata. Centrali nella circolazione delle informazioni sono quelli che chiamerò “soggetti traduttori”: i twitter iraniani in farsi e inglese, i twitter iraniani in inglese, i twitter della diaspora iraniana e i twitter e i blogger occidentali che traducono e aggregano i tweet provenienti dall’Iran. Passerò infine all’analisi in particolare dei tweet in Persiakiwi, il più noto twitter iraniano, analizzando le strategie enunciative e le dinamiche identitarie inscritte nei messaggi. Centrale è la costruzione di un attore e osservatore esterno, rispetto al cui sguardo la protesta viene rappresentata e messa in scena.

“Baseej have guns we have brains”. L’onda verde iraniana su Twitter

SALERNO, DANIELE
2011

Abstract

L’uso dei social network all’interno di movimenti politici e di protesta sta assumendo una crescente importanza specie in paesi governati da regimi non democratici. È questo il caso dell’uso che in Iran, nel contesto della cosiddetta Onda Verde, si è fatto di Twitter. Oggetto del mio lavoro è la descrizione del posto e della funzione che questo mezzo ha avuto nel più generale contesto della Rete nel favorire e rendere possibile la circolazione dell’informazione nel caso iraniano. Prima di arrivare a questo occorrerà però descrivere brevemente i due fenomeni che si sono incontrati a partire dal 12 giugno 2009. In primo luogo descriverò il funzionamento del mezzo e la sua breve storia e l’uso che se n’è fatto in casi simili a quello iraniano. Infine riassumerò brevemente i fatti iraniani e la protesta esplosa in seguito alle elezioni del giugno 2009, che hanno visto il presidente Mahmoud Ahmadinejad avere la meglio, grazie a evidenti e verificati brogli elettorali, sul suo principale rivale Mir Hossein Mousavi. Nel caso d’analisi iraniano procederò dal generale al particolare. Prima di tutto proporrò una possibile tipologia dei twitter coinvolti nei fatti iraniani in base alla lingua utilizzata. Centrali nella circolazione delle informazioni sono quelli che chiamerò “soggetti traduttori”: i twitter iraniani in farsi e inglese, i twitter iraniani in inglese, i twitter della diaspora iraniana e i twitter e i blogger occidentali che traducono e aggregano i tweet provenienti dall’Iran. Passerò infine all’analisi in particolare dei tweet in Persiakiwi, il più noto twitter iraniano, analizzando le strategie enunciative e le dinamiche identitarie inscritte nei messaggi. Centrale è la costruzione di un attore e osservatore esterno, rispetto al cui sguardo la protesta viene rappresentata e messa in scena.
E/C
Daniele Salerno
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/398399
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact