Anselme Payen (1795-1871), eminente chimico francese, si distinse soprattutto per la tendenza ad applicare le conoscenze scientifiche e, in particolare, quelle di chimica, al miglioramento delle tecniche agricole e dei processi industriali. Si impegnò attivamente nel promuovere lo sviluppo tecnologico e i benefici sociali derivanti dalla chimica. Accanto agli importanti risultati nel campo della chimica industriale (acido solforico, borace artificiale, carbone animale e gomma), s'impegnò con successo nella chimica della cellulosa e della lignina. Fra i suoi maggiori contributi alle scienze chimiche ci fu l'isolamento della diastasi dal malto (1833). Payen eseguì questo storico esperimento con Jean Persoz (1805-1868). Scrisse diversi libri di chimica industriale, agraria ed alimentare. In questo lavoro verrà esaminato in particolare il "Trattato di chimica industriale", il "Compendio delle sostanze alimentari" e il "Trattato elementare dei reagenti". Payen prestò le sue competenze anche a beneficio della collettività, come componente di varie commissioni governative. Favorì attivamente le applicazioni della chimica al miglioramento della salute pubblica, dell'alimentazione e della dietetica.

Impatto tecnologico e pubblica utilità della chimica nell'opera di Anselme Payen (1795-1871)

TADDIA, MARCO
2005

Abstract

Anselme Payen (1795-1871), eminente chimico francese, si distinse soprattutto per la tendenza ad applicare le conoscenze scientifiche e, in particolare, quelle di chimica, al miglioramento delle tecniche agricole e dei processi industriali. Si impegnò attivamente nel promuovere lo sviluppo tecnologico e i benefici sociali derivanti dalla chimica. Accanto agli importanti risultati nel campo della chimica industriale (acido solforico, borace artificiale, carbone animale e gomma), s'impegnò con successo nella chimica della cellulosa e della lignina. Fra i suoi maggiori contributi alle scienze chimiche ci fu l'isolamento della diastasi dal malto (1833). Payen eseguì questo storico esperimento con Jean Persoz (1805-1868). Scrisse diversi libri di chimica industriale, agraria ed alimentare. In questo lavoro verrà esaminato in particolare il "Trattato di chimica industriale", il "Compendio delle sostanze alimentari" e il "Trattato elementare dei reagenti". Payen prestò le sue competenze anche a beneficio della collettività, come componente di varie commissioni governative. Favorì attivamente le applicazioni della chimica al miglioramento della salute pubblica, dell'alimentazione e della dietetica.
2005
Memorie di Scienze Fisiche e Naturali, "Rendiconti della Accademia Nazionale delle Scienze detta dei XL", serie V, vol. XXIX, parte II, tomo II
99
115
M. Taddia
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/39234
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact