Conclusa la gestione dell’emergenza, si è aperta la fase dei piani della ricostruzione, lo strumento urbanistico che i comuni terremotati dovranno adottare entro il 31 dicembre prossimo per riconfigurare il proprio territorio come previsto dalla speciale legge regionale. Tuttavia questo percorso si preannuncia già difficoltoso a causa di una volontà politica accondiscendente, che non riesce a considerare il disegno urbano come azione multidisciplinare e misurabile solo nel lungo periodo.

Emilia. Anche la ricostruzione può essere distruttiva

AGNOLETTO, MATTEO
2013

Abstract

Conclusa la gestione dell’emergenza, si è aperta la fase dei piani della ricostruzione, lo strumento urbanistico che i comuni terremotati dovranno adottare entro il 31 dicembre prossimo per riconfigurare il proprio territorio come previsto dalla speciale legge regionale. Tuttavia questo percorso si preannuncia già difficoltoso a causa di una volontà politica accondiscendente, che non riesce a considerare il disegno urbano come azione multidisciplinare e misurabile solo nel lungo periodo.
Matteo Agnoletto
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/390557
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact