Un dibattito tra noia e sadomaso