Celio Calcagnini, Pacifico Massimi e la simulazione