Il contratto a termine e la liberalizzazione negata