L'articolo esamina la tendenza a confondere realtà storica e finzione letteraria a partire dal caso del Codice da Vinci di Dan Brown, soffermandosi sul complesso nodo dei rapporti e delle differenze tra narrazione della storia e narrazione finzionale. Il romanzo di complotto gioca sulla ambiguità dei propri rapporti con la realtà, utilizzanto eventi storici per proporre una rilettura della storia in chiave enigmistica e misterica. Per altro verso viene posto in questione l'indebolimento dell'autorevolezza della scrittura storiografica, sempre più concepita come forma narrativa sottoposta, al pari della letteratura, a vincoli di genere e a vincoli retorici piuttosto che al vincolo di esebire prove della veridicità di quanto ciene narrato. Si assiste così alla diffusione di un genere letterario che confonde senza troppe cautele realtà e finzione dando vita a narrazioni che costruiscono un possibile senso, forniscono di significato e ordine un universo sempre più articolato.

Le teorie del complotto tra realtà e finzione narrativa. Il caso del "Codice Da Vinci" / G.Benvenuti. - In: STUDI CULTURALI. - ISSN 1824-369X. - STAMPA. - 1:(2006), pp. 133-147.

Le teorie del complotto tra realtà e finzione narrativa. Il caso del "Codice Da Vinci"

BENVENUTI, GIULIANA
2006

Abstract

L'articolo esamina la tendenza a confondere realtà storica e finzione letteraria a partire dal caso del Codice da Vinci di Dan Brown, soffermandosi sul complesso nodo dei rapporti e delle differenze tra narrazione della storia e narrazione finzionale. Il romanzo di complotto gioca sulla ambiguità dei propri rapporti con la realtà, utilizzanto eventi storici per proporre una rilettura della storia in chiave enigmistica e misterica. Per altro verso viene posto in questione l'indebolimento dell'autorevolezza della scrittura storiografica, sempre più concepita come forma narrativa sottoposta, al pari della letteratura, a vincoli di genere e a vincoli retorici piuttosto che al vincolo di esebire prove della veridicità di quanto ciene narrato. Si assiste così alla diffusione di un genere letterario che confonde senza troppe cautele realtà e finzione dando vita a narrazioni che costruiscono un possibile senso, forniscono di significato e ordine un universo sempre più articolato.
2006
Le teorie del complotto tra realtà e finzione narrativa. Il caso del "Codice Da Vinci" / G.Benvenuti. - In: STUDI CULTURALI. - ISSN 1824-369X. - STAMPA. - 1:(2006), pp. 133-147.
G.Benvenuti
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/31473
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact