Introduzione all’articolo di Jerome McGann [Testi a n-dimensioni e interpretazione in una nuova chiave]