L’idrologia del Po è, oggi più che mai, un tema di grande interesse, dai numerosi risvolti ambientali e soprattutto socioeconomici. Capire meglio il Fiume Po significa poter meglio pianificare la difesa dalle alluvioni e la gestione delle risorse idriche. E, in ultima analisi, significa poter meglio capire la risposta del fiume ai cambiamenti climatici ed idrologici, per programmare la pianificazione di bacino in un’ottica di sviluppo sostenibile e crescita economica. Un elemento di grande interesse, nel quale la ricerca ancora fatica ad orientarsi, è dato da evidenze sperimentali, perlopiù riscontrate su grandi fiumi, che mostrano come i deflussi fluviali possano essere influenzati da singolarità, probabilmente indotte da perturbazioni, che si prolungano per molti anni, giustificando così la presunta concentrazione di eventi di piena e magra in taluni periodi. Il presente contributo intende illustrare i risultati di recenti lavori di ricerca scientifica mirati a meglio comprendere il ciclo idrologico del Fiume Po. In particolare, viene presentata un’analisi della variabilità dei deflussi fluviali e delle loro caratteristiche di memoria, con l’obiettivo di migliorare la conoscenza relativa all’accadimento delle singolarità di cui sopra, che hanno notevole effetto sulla gestione delle risorse idriche.

Idrologia del Fiume Po: Deflussi, Antropizzazione ed Eventi Estremi

MONTANARI, ALBERTO
2014

Abstract

L’idrologia del Po è, oggi più che mai, un tema di grande interesse, dai numerosi risvolti ambientali e soprattutto socioeconomici. Capire meglio il Fiume Po significa poter meglio pianificare la difesa dalle alluvioni e la gestione delle risorse idriche. E, in ultima analisi, significa poter meglio capire la risposta del fiume ai cambiamenti climatici ed idrologici, per programmare la pianificazione di bacino in un’ottica di sviluppo sostenibile e crescita economica. Un elemento di grande interesse, nel quale la ricerca ancora fatica ad orientarsi, è dato da evidenze sperimentali, perlopiù riscontrate su grandi fiumi, che mostrano come i deflussi fluviali possano essere influenzati da singolarità, probabilmente indotte da perturbazioni, che si prolungano per molti anni, giustificando così la presunta concentrazione di eventi di piena e magra in taluni periodi. Il presente contributo intende illustrare i risultati di recenti lavori di ricerca scientifica mirati a meglio comprendere il ciclo idrologico del Fiume Po. In particolare, viene presentata un’analisi della variabilità dei deflussi fluviali e delle loro caratteristiche di memoria, con l’obiettivo di migliorare la conoscenza relativa all’accadimento delle singolarità di cui sopra, che hanno notevole effetto sulla gestione delle risorse idriche.
Il Bacino del Po
41
55
Alberto Montanari
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/309717
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact