La cefalotoracopagia è una rara forma di mostruosità doppia, in cui i gemelli si presentano congiunti a livello di testa, collo e torace; colonna vertebrale, arti e pelvi sono invece separati e gli organi interni possono presentare gradi variabili di duplicazione. Il caso presentato riguarda un agnello maschio nato morto, che presentava una testa apparentemente normoconformata (una sola faccia) ma con cranioschisi e palatoschisi, un collo, due toraci fusi, due colonne vertebrali, due addomi, otto arti e due code (cefalotoracopago deradelfo). Gli organi interni erano rappresentati da un cuore, quattro polmoni, un condotto tracheo-esofageo abortivo, un fegato, due tubi gastrointestinali completi, due milze, quattro testicoli, quattro reni e due vesciche. Il caso viene confrontato con mostruosità simili archiviate nel nostro museo di Patologia e Teratologia Veterinaria dal 1800.

Un caso di cefalotoracopagia (Octopus biaritus) nell’agnello.

BETTINI, GIULIANO;SARLI, GIUSEPPE;BACCI, BARBARA;MARCATO, PAOLO STEFANO
2006

Abstract

La cefalotoracopagia è una rara forma di mostruosità doppia, in cui i gemelli si presentano congiunti a livello di testa, collo e torace; colonna vertebrale, arti e pelvi sono invece separati e gli organi interni possono presentare gradi variabili di duplicazione. Il caso presentato riguarda un agnello maschio nato morto, che presentava una testa apparentemente normoconformata (una sola faccia) ma con cranioschisi e palatoschisi, un collo, due toraci fusi, due colonne vertebrali, due addomi, otto arti e due code (cefalotoracopago deradelfo). Gli organi interni erano rappresentati da un cuore, quattro polmoni, un condotto tracheo-esofageo abortivo, un fegato, due tubi gastrointestinali completi, due milze, quattro testicoli, quattro reni e due vesciche. Il caso viene confrontato con mostruosità simili archiviate nel nostro museo di Patologia e Teratologia Veterinaria dal 1800.
126
130
BETTINI G.; SARLI G.; BACCI B.; MARCATO P.S.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/30668
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact