L'articola affronta la problematica dell'assistenza linguistica nel procedimento penale italiano alla luce delle recenti direttive eurocomunitarie, in particolare la 64/2010/EU. L'autore si sofferma nella fattispecie sulla necessità di una formazione professionalizzante specializzata di interpreti e traduttori, per porre in essere un'assistenza linguistica qualitativamente adeguata a garanzia dei principi del giusto processo.

L'interprete traduttore nel procedimento penale italiano: quale formazione alla luce delle recenti direttive europee?

BALLARDINI, ELIO
2014

Abstract

L'articola affronta la problematica dell'assistenza linguistica nel procedimento penale italiano alla luce delle recenti direttive eurocomunitarie, in particolare la 64/2010/EU. L'autore si sofferma nella fattispecie sulla necessità di una formazione professionalizzante specializzata di interpreti e traduttori, per porre in essere un'assistenza linguistica qualitativamente adeguata a garanzia dei principi del giusto processo.
Traduzione e interpretazione per la società e le istituzioni
59
72
E. Ballardini
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/306121
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact