A partire dal Cinquecento, sequenze di immagini che rappresentano il nascituto, o feto, corredano i testi medici di ostetricia. Guardate oggi in successione cronologica quelle immagini lasciano intravvedere il passaggio da un'idea "affettiva" della formazione della vita nel ventre materno a un'immagine "scientifica" e verosimile. La costruzione dell'immagine sociale del feto ne emerge come prodotto storico e culturale dui cui l'iconografia anatomica è stata importante vettore. L'analisi si basa principalmente su serie iconogafiche dal XV al XX secolo.

Formato nel segreto. Nascituri e feti fra immagini e immaginario dal XVI al XXI secolo

PANCINO, CLAUDIA;
2006

Abstract

A partire dal Cinquecento, sequenze di immagini che rappresentano il nascituto, o feto, corredano i testi medici di ostetricia. Guardate oggi in successione cronologica quelle immagini lasciano intravvedere il passaggio da un'idea "affettiva" della formazione della vita nel ventre materno a un'immagine "scientifica" e verosimile. La costruzione dell'immagine sociale del feto ne emerge come prodotto storico e culturale dui cui l'iconografia anatomica è stata importante vettore. L'analisi si basa principalmente su serie iconogafiche dal XV al XX secolo.
7-189
8843038117
C. Pancino; J. d'Yvoire
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/30379
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact