Lo studio qui presentato ha lo scopo di testare nuove metodologie per il rilevamento della concentrazione di azoto fogliare (N) a livello di copertura. In particolare sono state messe a confronto due tecniche differenti basate sul remote sensing: la prima basata sulle lunghezze d’onda dello SWIR (Short Wave Infra-Red) e la seconda sul NIR (Near Infra-Red). La possibilità di stimare la concentrazione fogliare di N dalla riflettanza nel NIR è stata dimostrata da recenti studi su foreste temperate e boreali (Ollinger et al., 2008; Hollinger et al., 2009) utilizzando immagini MODIS (Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer), poco idonee all’alta variabilità spaziale del territorio italiano. Per ottenere dati SWIR è stato utilizzato un volo aereo MIVIS (Multispectral Infrared and Visible Imaging Spectrometer) effettuato nel giugno 2000 sull’area di studio del Parco Naturale di San Rossore, Pisa (Italia); mentre, per il NIR, si sono utilizzate immagini Landsat 7 ETM+ (Enhanced Thematic Mapper Plus) riprese nello stesso periodo ed interessanti la stessa zona. La riflettanza di copertura stimata da immagini telerilevate è stata poi messa in relazione a rilievi a terra eseguiti sempre nel giugno 2000.

Telerilevamento della concentrazione di azoto fogliare in ecosistemi forestali litoranei

MEZZINI, ELENA;MAGNANI, FEDERICO
2010

Abstract

Lo studio qui presentato ha lo scopo di testare nuove metodologie per il rilevamento della concentrazione di azoto fogliare (N) a livello di copertura. In particolare sono state messe a confronto due tecniche differenti basate sul remote sensing: la prima basata sulle lunghezze d’onda dello SWIR (Short Wave Infra-Red) e la seconda sul NIR (Near Infra-Red). La possibilità di stimare la concentrazione fogliare di N dalla riflettanza nel NIR è stata dimostrata da recenti studi su foreste temperate e boreali (Ollinger et al., 2008; Hollinger et al., 2009) utilizzando immagini MODIS (Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer), poco idonee all’alta variabilità spaziale del territorio italiano. Per ottenere dati SWIR è stato utilizzato un volo aereo MIVIS (Multispectral Infrared and Visible Imaging Spectrometer) effettuato nel giugno 2000 sull’area di studio del Parco Naturale di San Rossore, Pisa (Italia); mentre, per il NIR, si sono utilizzate immagini Landsat 7 ETM+ (Enhanced Thematic Mapper Plus) riprese nello stesso periodo ed interessanti la stessa zona. La riflettanza di copertura stimata da immagini telerilevate è stata poi messa in relazione a rilievi a terra eseguiti sempre nel giugno 2000.
Atti 14a Conferenza Nazionale ASITA (Associazione Italiana per le Informazioni Territoriali e Ambientali)- Brescia 9-12 novembre 2010
1335
1338
Mezzini E.; Raddi S.; Pippi I.; Magnani F.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/263695
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact