Il progetto degli spazi aperti archeologici trova nel disegno della componente vegetale uno degli aspetti più complessi e controversi, raramente affrontati secondo una visione inclusiva ed interdisciplinare.Il saggio propone una serie di temi progettuali che evidenziano alcuni tra i principali elementi di attenzione nella composizione della struttura vegetale. Un esempio interessante ed innovativo di conservazione attiva di un sito archeologico attraverso il progetto manutentivo e gestionale della vegetazione è l'intervento di restauro della mura di Ninfa a Cisterna di Latina, riportato a corredo del testo. La coesistenza controllata tra ruderi e vegatzione,la cui combinazione costituisce uno tra i principali elementi identitari del luogo, viene monitorata e gestita attraverso una serie di indagini sulla compatibilità e sulle alterazioni prodotte dalle diverse specie botaniche.

La componente vegetale nel progetto dei luoghi archeologici.

MATTEINI, TESSA;UGOLINI, ANDREA
2013

Abstract

Il progetto degli spazi aperti archeologici trova nel disegno della componente vegetale uno degli aspetti più complessi e controversi, raramente affrontati secondo una visione inclusiva ed interdisciplinare.Il saggio propone una serie di temi progettuali che evidenziano alcuni tra i principali elementi di attenzione nella composizione della struttura vegetale. Un esempio interessante ed innovativo di conservazione attiva di un sito archeologico attraverso il progetto manutentivo e gestionale della vegetazione è l'intervento di restauro della mura di Ninfa a Cisterna di Latina, riportato a corredo del testo. La coesistenza controllata tra ruderi e vegatzione,la cui combinazione costituisce uno tra i principali elementi identitari del luogo, viene monitorata e gestita attraverso una serie di indagini sulla compatibilità e sulle alterazioni prodotte dalle diverse specie botaniche.
TESSA MATTEINI;ANDREA UGOLINI
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/254088
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact