L'articolo prende in esame l'articolazione del discorso critico degli studi postcoloniali situati in ambito portoghese (Eduardo Lourenço, Boaventura de Sousa Santos e Ana Paula Ferreira) mettendo in evidenza come la discussione critica a partire dalle posizioni dei predecessori crei una all'interno di tale discorso un movimento dialettico proprio. Tale caratteristica si evidenzia soprattutto quando entra in gioco il tema della singolarità della esperienza coloniale portoghese e delle sue revisioni ideologiche piú discutibili (come per esempio quella del Lusotropicalismo).

A casca e a fruta do pós-colonialismo português: algumas armadilhas do Lusotropicalismo

VECCHI, ROBERTO
2013

Abstract

L'articolo prende in esame l'articolazione del discorso critico degli studi postcoloniali situati in ambito portoghese (Eduardo Lourenço, Boaventura de Sousa Santos e Ana Paula Ferreira) mettendo in evidenza come la discussione critica a partire dalle posizioni dei predecessori crei una all'interno di tale discorso un movimento dialettico proprio. Tale caratteristica si evidenzia soprattutto quando entra in gioco il tema della singolarità della esperienza coloniale portoghese e delle sue revisioni ideologiche piú discutibili (come per esempio quella del Lusotropicalismo).
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/242501
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact