Da strumento di inclusione sociale il diritto del lavoro che si sta ridefinendo nel nostro Paese rischia di convertirsi nel suo contrario, soprattutto perché l'accesso al lavoro dei soggetti deboli o marginali è regolato in maniera tale che ciascuno di essi ritrova la sua inferiorità in trattamenti economico-normativi penalizzanti. Possibile che non vi sia altra strada per dare flessibilità al mercato del lavoro?

L'uomo flessibile e la metamorfosi del lavoro

ROMAGNOLI, UMBERTO
2004

Abstract

Da strumento di inclusione sociale il diritto del lavoro che si sta ridefinendo nel nostro Paese rischia di convertirsi nel suo contrario, soprattutto perché l'accesso al lavoro dei soggetti deboli o marginali è regolato in maniera tale che ciascuno di essi ritrova la sua inferiorità in trattamenti economico-normativi penalizzanti. Possibile che non vi sia altra strada per dare flessibilità al mercato del lavoro?
U. Romagnoli
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/21312
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact