Nel cuore della scelta. Kierkegaard, l’etica senza fondamenti e l’angoscia della formazione