La “nuova” litispendenza comunitaria: aspetti procedurali