In questo lavoro si è caratterizzato il trasporto di vapore d’acqua e di metanolo in membrane ionomeriche perfluorosolfonate (PFSI) a temperature comprese tra 35 e 120°C e ad attività comprese tra 0 e 0.8. In particolare si sono misurate la solubilità e la diffusività attraverso un impianto di tipo “pressure decay”. Le membrane PFSI, che sono usate come elettroliti in celle a combustibile, sono costituite da una matrice idrofoba funzionalizzata con gruppi solfonici, in prossimità dei quali avviene l’assorbimento e il trasporto delle molecole di penetrante, e sono solitamente caratterizzate tramite il peso equivalente, che esprime la massa di polimero per mole di gruppi solfonici. Lo studio ha riguardato in particolare l’effetto, sulle proprietà di trasporto, della temperatura, del peso equivalente e della “storia” del polimero, cioè degli eventuali assorbimenti precedenti. L’assorbimento pare dipendere in massima parte dalla frazione di gruppi solfonici presenti nella matrice. Grande influenza ha il pretrattamento del polimero, in particolare esso mostra una “memoria” degli assorbimenti precedenti che può essere spiegata con la presenza di molecole d’acqua residua nella membrana anche dopo l’essiccamento del campione. Si nota inoltre la presenza di due distinti meccanismi di assorbimento, uno alle basse e uno alle alte concentrazioni di penetrante.

Trasporto di vapori in membrane ionomeriche perfluorosulfonate

DE ANGELIS, MARIA GRAZIA;VALLI CASADEI, DANIELE;SARTI, GIULIO CESARE;DOGHIERI, FERRUCCIO;GIACINTI BASCHETTI, MARCO
2004

Abstract

In questo lavoro si è caratterizzato il trasporto di vapore d’acqua e di metanolo in membrane ionomeriche perfluorosolfonate (PFSI) a temperature comprese tra 35 e 120°C e ad attività comprese tra 0 e 0.8. In particolare si sono misurate la solubilità e la diffusività attraverso un impianto di tipo “pressure decay”. Le membrane PFSI, che sono usate come elettroliti in celle a combustibile, sono costituite da una matrice idrofoba funzionalizzata con gruppi solfonici, in prossimità dei quali avviene l’assorbimento e il trasporto delle molecole di penetrante, e sono solitamente caratterizzate tramite il peso equivalente, che esprime la massa di polimero per mole di gruppi solfonici. Lo studio ha riguardato in particolare l’effetto, sulle proprietà di trasporto, della temperatura, del peso equivalente e della “storia” del polimero, cioè degli eventuali assorbimenti precedenti. L’assorbimento pare dipendere in massima parte dalla frazione di gruppi solfonici presenti nella matrice. Grande influenza ha il pretrattamento del polimero, in particolare esso mostra una “memoria” degli assorbimenti precedenti che può essere spiegata con la presenza di molecole d’acqua residua nella membrana anche dopo l’essiccamento del campione. Si nota inoltre la presenza di due distinti meccanismi di assorbimento, uno alle basse e uno alle alte concentrazioni di penetrante.
Nuove frontiere di applicazione delle metodologie dell'ingegneria chimica. Atti del Convegno GRICU 2004
989
992
M.G. De Angelis; D. Valli; G.C. Sarti; F. Doghieri; M. Giacinti Baschetti
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/16805
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact