Il riutilizzo di features di superfici complesse (free-form surface features) (FFF), generate in sessioni di modellazione precedenti e poi trasferite su modelli geometrici con base diversa, è un campo di ricerca attualmente molto attivo e vivace. Infatti i benefici di creare una libreria di features per superfici che possa essere impiegata in modellazioni successive è un obiettivo attraente, soprattutto in confronto allo sviluppo che ha avuto la modellazione per feature nel campo del sistemi CAD per la meccanica. Il punto chiave è la formulazione completamente diversa del modello geometrico: nel caso dei solidi si tratta di un albero CSG (Constructive Solid Geometry), mentre le superfici free-form vengono definite attraverso la loro parametrizzazione e il griglia di controllo che, pur garantendo ottima modifica locale, ne impedisce un approccio di modellazione globale. In questo articolo verrà esposto l’applicazione della teoria dell’Analisi in Multi-risoluzione (MRA) mediante wavelets come strumento per la ricerca e l’estrazione di form features da superfici complesse, nonché il possibile modo di riutilizzo delle suddette a sessioni di modellazione completamente diverse. I risultati ottenuti dagli esempi realizzati sono stati più che soddisfacenti, avendo dimostrato la capacità di questo metodo di estrarre form features e riapplicarle a superfici diverse con minimo sforzo computazionale.

The Re-use of Free-form Surface Features by MRA Representation

AMATI, GIANCARLO;LIVERANI, ALFREDO;CALIGIANA, GIANNI
2004

Abstract

Il riutilizzo di features di superfici complesse (free-form surface features) (FFF), generate in sessioni di modellazione precedenti e poi trasferite su modelli geometrici con base diversa, è un campo di ricerca attualmente molto attivo e vivace. Infatti i benefici di creare una libreria di features per superfici che possa essere impiegata in modellazioni successive è un obiettivo attraente, soprattutto in confronto allo sviluppo che ha avuto la modellazione per feature nel campo del sistemi CAD per la meccanica. Il punto chiave è la formulazione completamente diversa del modello geometrico: nel caso dei solidi si tratta di un albero CSG (Constructive Solid Geometry), mentre le superfici free-form vengono definite attraverso la loro parametrizzazione e il griglia di controllo che, pur garantendo ottima modifica locale, ne impedisce un approccio di modellazione globale. In questo articolo verrà esposto l’applicazione della teoria dell’Analisi in Multi-risoluzione (MRA) mediante wavelets come strumento per la ricerca e l’estrazione di form features da superfici complesse, nonché il possibile modo di riutilizzo delle suddette a sessioni di modellazione completamente diverse. I risultati ottenuti dagli esempi realizzati sono stati più che soddisfacenti, avendo dimostrato la capacità di questo metodo di estrarre form features e riapplicarle a superfici diverse con minimo sforzo computazionale.
Atti del Convegno Nazionale XIV ADM - XXXIII AIAS Innovazione nella Progettazione Industriale
G. Amati; A. Liverani; G. Caligiana
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/16418
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact