L'articolo propone una riflessione sul rapporto tra il compositore brasiliano Antonio Carlos Jobim e l'Italia a partire dall'analisi di tre cartoline postali scritte nel 1978 e rimaste fino ad ora inedite.

Antonius viator italicus brasiliensis

BACCHINI, LUCA
2010

Abstract

L'articolo propone una riflessione sul rapporto tra il compositore brasiliano Antonio Carlos Jobim e l'Italia a partire dall'analisi di tre cartoline postali scritte nel 1978 e rimaste fino ad ora inedite.
RIVISTA DI STUDI PORTOGHESI E BRASILIANI
L. Bacchini
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/161839
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact