Sulla parità di trattamento nelle società per azioni quotate