Partendo dalla giurisprudenza della Corte di Giustizia sulla libera circolazione dei servizi nel mercato interno, l'autore esamina le novità introdotte dalla Direttiva 2011/24/UE sulla mobilità trasfrontaliera dei pazienti nell'Unione europea. Particolare attenzione viene dedicata alle competenze dell'Unione e alle responsabilità degli Stati membri in materia di sanità. La tutela offferta ai pazienti, indipendentemente dalla loro nazionalità, viene poiu valutata alla luce della Carta dei diritti fondamentali e dei principi generali di diritto dell'Unione.

La direttiva 2011/24/UE e l’accesso alle prestazioni mediche nell’Unione europea

DI FEDERICO, GIACOMO
2012

Abstract

Partendo dalla giurisprudenza della Corte di Giustizia sulla libera circolazione dei servizi nel mercato interno, l'autore esamina le novità introdotte dalla Direttiva 2011/24/UE sulla mobilità trasfrontaliera dei pazienti nell'Unione europea. Particolare attenzione viene dedicata alle competenze dell'Unione e alle responsabilità degli Stati membri in materia di sanità. La tutela offferta ai pazienti, indipendentemente dalla loro nazionalità, viene poiu valutata alla luce della Carta dei diritti fondamentali e dei principi generali di diritto dell'Unione.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/133767
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact