La disposizione degli epigrammi all'interno della sezione Epitymbia sembra rivelare un progetto sciente da parte del compilatore, intenzionato a fornire ai lettori una sorta di consolatio erga mortem. I luoghi programmatici di tale intenzionale dialogo sono l'incipit e l'explicit della sezione, da cui emerge la rassicurante idea che la morte possa essere esorcizzata per via 'religiosa' (l'adesione a un credo di tipo misterico) e per via 'laica' (una vita lunga, coronata da gioie familiari); l'abbinamento 'vita soddisfatta-credo in una dimensione ultraterrena' sembra inoltre ripetere l'esperienza biografica di Posidippo, che mori' in tarda eta'.

Vecchiaia e consolatio erga mortem: la quarta sezione del P.Mil.Vogl. VIII 309

DI NINO, MARGHERITA-MARIA
2005

Abstract

La disposizione degli epigrammi all'interno della sezione Epitymbia sembra rivelare un progetto sciente da parte del compilatore, intenzionato a fornire ai lettori una sorta di consolatio erga mortem. I luoghi programmatici di tale intenzionale dialogo sono l'incipit e l'explicit della sezione, da cui emerge la rassicurante idea che la morte possa essere esorcizzata per via 'religiosa' (l'adesione a un credo di tipo misterico) e per via 'laica' (una vita lunga, coronata da gioie familiari); l'abbinamento 'vita soddisfatta-credo in una dimensione ultraterrena' sembra inoltre ripetere l'esperienza biografica di Posidippo, che mori' in tarda eta'.
M. M. Di Nino
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/13349
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact