Il "Sendebar" e l'arte degli inganni delle donne