Introduzione. Gli studi più recenti sull’evoluzione motoria prendono in considerazione il trend secolare per mezzo di studi trasversali su diversi aspetti della motricità. Nel 1981 è stata effettuata dal CONI un’indagine su un campione nazionale di giovani sportivi (Carbonaro 1984). Scopo di questo lavoro è il confronto tra alcune delle prestazioni dell’indagine citata con i risultati rilevati nel 2008/09 su soggetti con la stessa pratica sportiva provenienti dall’Emilia-Romagna e dall’Abruzzo. Soggetti e Metodi. Il campione esaminato comprende soggetti frequentanti i Centri Coni di Avviamento allo Sport da almeno due anni in età 11-14 anni. Il rilevamento del 1981 è stato effettuato su soggetti di tutte le regioni (M:1495; F:700); il rilevamento del 2008/09 è rappresentativo di tutte le province dell’Emilia-Romagna e dell’Abruzzo (M:190; F:117). Sono state effettuate misurazioni antropometriche (peso e statura), test condizionali (salto in lungo da fermo, lancio della palla da seduti, corsa a spola, hand-grip, seat and reach) e test coordinativi (equilibrio e frequenza dei movimenti manuali). Attraverso l’analisi della varianza con tre criteri di classificazione (genere, età, rilevamento), sono state evidenziate le principali differenze tra i due campioni. Risultati. Parametri antropometrici: mentre la statura non mostra differenze significative, nel peso si evidenziano risultati maggiori nel campione 2008/09, significativi in alcune classi di età. Parametri motori: si registrano attuali tendenze in peggioramento nei test di salto in lungo da fermo, equilibrio e flessibilità; al contrario in miglioramento nei test di lancio della palla, del comma e della corsa a spola. Nell’hand-grip test i maschi sono tendenzialmente migliorati, in modo non significativo, mentre le femmine mostrano risultati migliori nelle classi di età inferiori e peggiori nella superiore. Conclusioni. In conclusione alcune performance appaiono in miglioramento, altre in peggioramento e questo può dipendere da differenze nel peso corporeo e nello stile di vita anche extrasportivo. Bibliografia. 1. Filippone et al. (2007), Trend secolari di involuzione delle capacità motorie in età scolare, SDS, anno XXVI, n. 72; 31-41 2. Carbonaro G., Madella A., Manno F., Merni F., Mussino A. (1988), La valutazione dello sport nei giovani, Società stampa sportiva, Roma 3. Fleishman E.A. (1965), The Structure and Measurment of Physical Fitness, Prentice-Hall, Inc. Englewood Cliffs, N.J. 4. Wells K.F., Dillon E.K. (1952), The sit and reach, a test of back and leg flexibility, Res. Quart., 23(1): 115-118

Trend secolare della performance motoria:confronto 1981-2008 nello sport giovanile

SEMPRINI, GABRIELE;CECILIANI, ANDREA;CIACCI, SIMONE;BORTOLOTTI, ALESSANDRO;MERNI, FRANCO
2012

Abstract

Introduzione. Gli studi più recenti sull’evoluzione motoria prendono in considerazione il trend secolare per mezzo di studi trasversali su diversi aspetti della motricità. Nel 1981 è stata effettuata dal CONI un’indagine su un campione nazionale di giovani sportivi (Carbonaro 1984). Scopo di questo lavoro è il confronto tra alcune delle prestazioni dell’indagine citata con i risultati rilevati nel 2008/09 su soggetti con la stessa pratica sportiva provenienti dall’Emilia-Romagna e dall’Abruzzo. Soggetti e Metodi. Il campione esaminato comprende soggetti frequentanti i Centri Coni di Avviamento allo Sport da almeno due anni in età 11-14 anni. Il rilevamento del 1981 è stato effettuato su soggetti di tutte le regioni (M:1495; F:700); il rilevamento del 2008/09 è rappresentativo di tutte le province dell’Emilia-Romagna e dell’Abruzzo (M:190; F:117). Sono state effettuate misurazioni antropometriche (peso e statura), test condizionali (salto in lungo da fermo, lancio della palla da seduti, corsa a spola, hand-grip, seat and reach) e test coordinativi (equilibrio e frequenza dei movimenti manuali). Attraverso l’analisi della varianza con tre criteri di classificazione (genere, età, rilevamento), sono state evidenziate le principali differenze tra i due campioni. Risultati. Parametri antropometrici: mentre la statura non mostra differenze significative, nel peso si evidenziano risultati maggiori nel campione 2008/09, significativi in alcune classi di età. Parametri motori: si registrano attuali tendenze in peggioramento nei test di salto in lungo da fermo, equilibrio e flessibilità; al contrario in miglioramento nei test di lancio della palla, del comma e della corsa a spola. Nell’hand-grip test i maschi sono tendenzialmente migliorati, in modo non significativo, mentre le femmine mostrano risultati migliori nelle classi di età inferiori e peggiori nella superiore. Conclusioni. In conclusione alcune performance appaiono in miglioramento, altre in peggioramento e questo può dipendere da differenze nel peso corporeo e nello stile di vita anche extrasportivo. Bibliografia. 1. Filippone et al. (2007), Trend secolari di involuzione delle capacità motorie in età scolare, SDS, anno XXVI, n. 72; 31-41 2. Carbonaro G., Madella A., Manno F., Merni F., Mussino A. (1988), La valutazione dello sport nei giovani, Società stampa sportiva, Roma 3. Fleishman E.A. (1965), The Structure and Measurment of Physical Fitness, Prentice-Hall, Inc. Englewood Cliffs, N.J. 4. Wells K.F., Dillon E.K. (1952), The sit and reach, a test of back and leg flexibility, Res. Quart., 23(1): 115-118
2012
I significati del movimento nella ricerca didattica. Approcci di ricerca e protocolli sperimentali a confronto.
263
274
Semprini G.; Ceciliani A.; Ciacci S.; Bortolotti A.; Ferluga A.; Frizzarin R.; Rapone V.; Merni F.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/132555
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact