Il contributo analizza il ruolo specifico svolto dal valore tempo-aspettuale dei verbi performativi impiegati negli atti illocutori in russo e in bulgaro. Sia in russo che in bulgaro nei performativi, oltre al presente (sempre imperfettivo), forma classica degli enunciati performativi in generale, si osserva l’uso di performativi al futuro perfettivo (sintetico, ovvero il praesens perfectum, per il russo e perifrastico per il bulgaro). Un’analisi più approfondita e critica nell’ambito delle ricerche sui performativi nelle lingue slave dimostra che il raro caso d’uso del futuro imperfettivo del verbo performativo in bulgaro può essere spiegato nell’ambito delle funzioni comunicative degli atti illocutori definite da G. Leech. L’obiettivo di questa ricerca è individuare i parametri che determinano le scelte tempo-aspettuali nei verbi performativi in russo e in bulgaro e evidenziare il valore pragmatico di queste scelte. In particolare, nell’articolo si dimostra che tempo e aspetto negli enunciati performativi possono svolgere particolari funzioni inerenti soprattutto alla distanza interpersonale e alla cortesia linguistica.

Funzioni pragmatiche di tempo e aspetto negi enunciati performativi in russo e in bulgaro

SLAVKOVA, SVETLANA
2012

Abstract

Il contributo analizza il ruolo specifico svolto dal valore tempo-aspettuale dei verbi performativi impiegati negli atti illocutori in russo e in bulgaro. Sia in russo che in bulgaro nei performativi, oltre al presente (sempre imperfettivo), forma classica degli enunciati performativi in generale, si osserva l’uso di performativi al futuro perfettivo (sintetico, ovvero il praesens perfectum, per il russo e perifrastico per il bulgaro). Un’analisi più approfondita e critica nell’ambito delle ricerche sui performativi nelle lingue slave dimostra che il raro caso d’uso del futuro imperfettivo del verbo performativo in bulgaro può essere spiegato nell’ambito delle funzioni comunicative degli atti illocutori definite da G. Leech. L’obiettivo di questa ricerca è individuare i parametri che determinano le scelte tempo-aspettuali nei verbi performativi in russo e in bulgaro e evidenziare il valore pragmatico di queste scelte. In particolare, nell’articolo si dimostra che tempo e aspetto negli enunciati performativi possono svolgere particolari funzioni inerenti soprattutto alla distanza interpersonale e alla cortesia linguistica.
2012
Contributi italiani allo studio della morfosintassi delle lingue slave
353
372
Slavkova S.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/131015
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact