Le traduzioni di Gramsci in inglese e la loro ricezione nel mondo anglofono