Il piede piatto è una delle deformità ortopediche più frequenti nell’infanzia ed è caratterizzata morfologicamente da una riduzione della volta plantare e da un valgismo del retropiede (Fig. 1) e funzionalmente da uno stato di prevalente o persistente pronazione, durante tutte le fasi del cammino. All’età di 10 anni il 4% dei bambini presenta un piede morfologicamente piatto, ma di questi solo il 10% presenta un piede funzionalmente piatto che necessita di trattamento al fine di evitare la comparsa di dolore e deformità secondarie in età adulta. I bambini con piede piatto funzionale raramente hanno dolore; talvolta lamentano una sensazione di stanchezza o discomfort a livello del piede dopo l’attività fisica. In età adulta invece il piede piatto funzionale è spesso causa di dolore, per la precoce comparsa di artrosi a livello dell’articolazione sottoastragalica, e frequentemente si presenta associato a deformità quali alluce valgo, metatarsalgia, disfunzione del tendine tibiale posteriore. Per risolvere la sensazione di discomfort o la sintomatologia dolorosa e prevenire le patologie associate, è raccomandata la correzione della deformità durante l’accrescimento. Obiettivo del trattamento è la correzione dell’eccessiva pronazione dell’articolazione sottoastragalica durante la crescita, in modo da promuoverne il rimodellamento e ristabilire i normali rapporti anatomici tra astragalo e calcagno.

Piede piatto: endortesi riassorbibile

GIANNINI, SANDRO;FALDINI, CESARE;LUCIANI, DEIANIRA;CADOSSI, MATTEO;ACRI, FRANCESCO
2010

Abstract

Il piede piatto è una delle deformità ortopediche più frequenti nell’infanzia ed è caratterizzata morfologicamente da una riduzione della volta plantare e da un valgismo del retropiede (Fig. 1) e funzionalmente da uno stato di prevalente o persistente pronazione, durante tutte le fasi del cammino. All’età di 10 anni il 4% dei bambini presenta un piede morfologicamente piatto, ma di questi solo il 10% presenta un piede funzionalmente piatto che necessita di trattamento al fine di evitare la comparsa di dolore e deformità secondarie in età adulta. I bambini con piede piatto funzionale raramente hanno dolore; talvolta lamentano una sensazione di stanchezza o discomfort a livello del piede dopo l’attività fisica. In età adulta invece il piede piatto funzionale è spesso causa di dolore, per la precoce comparsa di artrosi a livello dell’articolazione sottoastragalica, e frequentemente si presenta associato a deformità quali alluce valgo, metatarsalgia, disfunzione del tendine tibiale posteriore. Per risolvere la sensazione di discomfort o la sintomatologia dolorosa e prevenire le patologie associate, è raccomandata la correzione della deformità durante l’accrescimento. Obiettivo del trattamento è la correzione dell’eccessiva pronazione dell’articolazione sottoastragalica durante la crescita, in modo da promuoverne il rimodellamento e ristabilire i normali rapporti anatomici tra astragalo e calcagno.
GIORNALE ITALIANO DI ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
S. Giannini; C. Faldini; D. Luciani; M. Cadossi; P. Capra; V. Persiani; F. Acri
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/121173
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact