La crisi economica alimenterà visioni individualistiche della salute?