L'autrice si sofferma sull'impiego della musica di Mozart in tre film: "Il Vangelo secondo Matteo" (1964) di Pierpaolo Pasolini, "Masculin-féminin: 15 fait précis" (1966) di Jean-Luc Godard, "Il pranzo di Babette" (1987) di Gabriel Axel.

Sfondare le immagini. Il riscatto della complessità nella musica di Mozart

SCALFARO, ANNA
2010

Abstract

L'autrice si sofferma sull'impiego della musica di Mozart in tre film: "Il Vangelo secondo Matteo" (1964) di Pierpaolo Pasolini, "Masculin-féminin: 15 fait précis" (1966) di Jean-Luc Godard, "Il pranzo di Babette" (1987) di Gabriel Axel.
RIFRAZIONI
Scalfaro A.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/115854
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact