Il volume, che presenta un'impaginazione identica all'originale in francese, raccoglie una serie di dipinti che riprendono in chiave parodistica, e "animalesca", diverse opere d'arte celebri di ogni epoca. Ogni opera è accompagnata da un titolo che gioca sul rapporto tra immagine originale e immagine contraffatta, il che ha obbligato a una ri-creazione integrale della rete di significati e significanti, nell'impossibilità di modificare le immagini. Il testo è preceduto da un'introduzione, sempre ludica, di Jean Fougère, anch'essa tradotta in italiano. [dalla presentazione dell'editore] “In questi animali fuori dal tempo, perfino tra i più ignorati, come le lumache, ritrovo il nostro spirito, la mia epoca, le nostre traversie di esseri umani, tutto ciò che inventiamo per attraversare la vita” (Jean Fugère). Bestiario: audacia, immaginazione e qualità artistico-letteraria in forma di libro. Le illustrazioni di Stéphane Poulin formano un binomio perfetto con il prologo di Jean Fugère, che porta a termine un esercizio di stile colmo di destrezza. Un testo introspettivo, in costante bilico tra realtà e surrealtà, che si radica nell’anima. Un linguaggio disinibito ed evocatore che gioca con il doppio senso. Un mondo pieno di riferimenti all’arte di Magritte, Hopper o Van Gogh.

Bestiario

REGATTIN, FABIO
2011

Abstract

Il volume, che presenta un'impaginazione identica all'originale in francese, raccoglie una serie di dipinti che riprendono in chiave parodistica, e "animalesca", diverse opere d'arte celebri di ogni epoca. Ogni opera è accompagnata da un titolo che gioca sul rapporto tra immagine originale e immagine contraffatta, il che ha obbligato a una ri-creazione integrale della rete di significati e significanti, nell'impossibilità di modificare le immagini. Il testo è preceduto da un'introduzione, sempre ludica, di Jean Fougère, anch'essa tradotta in italiano. [dalla presentazione dell'editore] “In questi animali fuori dal tempo, perfino tra i più ignorati, come le lumache, ritrovo il nostro spirito, la mia epoca, le nostre traversie di esseri umani, tutto ciò che inventiamo per attraversare la vita” (Jean Fugère). Bestiario: audacia, immaginazione e qualità artistico-letteraria in forma di libro. Le illustrazioni di Stéphane Poulin formano un binomio perfetto con il prologo di Jean Fugère, che porta a termine un esercizio di stile colmo di destrezza. Un testo introspettivo, in costante bilico tra realtà e surrealtà, che si radica nell’anima. Un linguaggio disinibito ed evocatore che gioca con il doppio senso. Un mondo pieno di riferimenti all’arte di Magritte, Hopper o Van Gogh.
9788879408721
Poulin, Stéphane
Bestiaire
F. Regattin
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/110691
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact