la vicenda del Lazier come Gran Maestro dell'Ordine costantiano in dapprima chiave antifarnesiana,orta di progeto ma poi come fattore di coesione nel territorio valacco in ottica filo asburgica e infine come presupposto per una nuova èilte al modello inglese di Anderson quale fattore di ricreazione di una élite di forte lealismo imperiale. La conjuratio cavalleresca nell'Ordine costaniano viene strutturata come un fattore politico inedito di coartazione della nobiltà sia nell'impero asburgico sia nel ducato farnesiano dov lOrdine era installato dal Farnese.

Il contadino chevolle farsi imperatore. Jean Antoine Lazier e l'Ordine costantinianonel XVIII secolo

MARTELLI, FABIO
2011

Abstract

la vicenda del Lazier come Gran Maestro dell'Ordine costantiano in dapprima chiave antifarnesiana,orta di progeto ma poi come fattore di coesione nel territorio valacco in ottica filo asburgica e infine come presupposto per una nuova èilte al modello inglese di Anderson quale fattore di ricreazione di una élite di forte lealismo imperiale. La conjuratio cavalleresca nell'Ordine costaniano viene strutturata come un fattore politico inedito di coartazione della nobiltà sia nell'impero asburgico sia nel ducato farnesiano dov lOrdine era installato dal Farnese.
780
9788849135992
Fabio martelli
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/107938
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact