Ille ego: il tema del doppio e l’ambiguità pronominale