Il saggio esamina le ragioni schiettamente normative (conseguenti a precise scelte del legislatore) che hanno contribuito ad esasperare l'impiego della custodia cautelare in carcere negli ultimi dieci anni. Dopo questa ricostruzione di carattere ricognitivo, l'A. suggerisce alcune prospettive di riforma volte a ridurre l'impiego della custodia cautelare in carcere ed ad irrobustire il ruolo della difesa in seno al procedimento de libertate.

Sovraffollamento carcerario e custodia cautelare: fotografia del presente e alcuni spunti per il futuro.

VALENTINI, ELENA
2011

Abstract

Il saggio esamina le ragioni schiettamente normative (conseguenti a precise scelte del legislatore) che hanno contribuito ad esasperare l'impiego della custodia cautelare in carcere negli ultimi dieci anni. Dopo questa ricostruzione di carattere ricognitivo, l'A. suggerisce alcune prospettive di riforma volte a ridurre l'impiego della custodia cautelare in carcere ed ad irrobustire il ruolo della difesa in seno al procedimento de libertate.
E. Valentini
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/107294
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact