Il lavoro presenta una analisi del problema energetico ed ambientale mondiale e, in tale contesto, delle criticità del sistema energetico nazionale, mostrando che, allo stato attuale delle conoscenze e della tecnologia, sussistono forti motivazioni per il rilancio del nucleare del nostro Paese. Dapprima, viene presentata una analisi delle cause del riscaldamento globale del pianeta e si evidenzia che la causa principale è l’incremento della concentrazione di gas serra causato dall’attività dell’uomo. Vengono quindi esposte le stime sulle riserve di combustibili fossili, da cui si evince che i combustibili più pregiati, petrolio e gas naturale, potranno assicurare gli attuali fabbisogni energetici solo per pochi decenni. In questo scenario generale, viene analizzata la situazione del sistema energetico nazionale, illustrando le principali anomalie e criticità. Si esaminano quindi le prospettive offerte nel nostro Paese dalle fonti rinnovabili, evidenziando l’impossibilità di un forte sviluppo dell’idroelettrico, le condizioni climatiche non favorevoli per lo sviluppo della fonte eolica, gli altissimi costi del fotovoltaico, i problemi causati dalla distribuzione irregolare nel tempo dell’energia elettrica prodotta mediante le fonti eolica e fotovoltaica. Si conclude che, pur essendo opportuno uno sviluppo delle fonti rinnovabili, specialmente per aumentare l’efficienza energetica del patrimonio edilizio, l’integrazione del nostro sistema energetico mediante produzione di energia elettrica da fonte nucleare è una scelta fortemente raccomandabile.

Il sistema energetico italiano nel quadro globale ed europeo: motivi per il rilancio del nucleare

ZANCHINI, ENZO
2011

Abstract

Il lavoro presenta una analisi del problema energetico ed ambientale mondiale e, in tale contesto, delle criticità del sistema energetico nazionale, mostrando che, allo stato attuale delle conoscenze e della tecnologia, sussistono forti motivazioni per il rilancio del nucleare del nostro Paese. Dapprima, viene presentata una analisi delle cause del riscaldamento globale del pianeta e si evidenzia che la causa principale è l’incremento della concentrazione di gas serra causato dall’attività dell’uomo. Vengono quindi esposte le stime sulle riserve di combustibili fossili, da cui si evince che i combustibili più pregiati, petrolio e gas naturale, potranno assicurare gli attuali fabbisogni energetici solo per pochi decenni. In questo scenario generale, viene analizzata la situazione del sistema energetico nazionale, illustrando le principali anomalie e criticità. Si esaminano quindi le prospettive offerte nel nostro Paese dalle fonti rinnovabili, evidenziando l’impossibilità di un forte sviluppo dell’idroelettrico, le condizioni climatiche non favorevoli per lo sviluppo della fonte eolica, gli altissimi costi del fotovoltaico, i problemi causati dalla distribuzione irregolare nel tempo dell’energia elettrica prodotta mediante le fonti eolica e fotovoltaica. Si conclude che, pur essendo opportuno uno sviluppo delle fonti rinnovabili, specialmente per aumentare l’efficienza energetica del patrimonio edilizio, l’integrazione del nostro sistema energetico mediante produzione di energia elettrica da fonte nucleare è una scelta fortemente raccomandabile.
Atti del quinto Congresso Nazionale AIGE
1
12
E. Zanchini
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/106736
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact