Da quindici anni Frédéric Monneyron si occupa quasi esclusivamente del vestito e della moda nei libri sull’androgino e sulla seduzione, elementi centrali della sua ricerca. Ha pubblicato sette libri su questo soggetto, tradotti in cinque lingue. Nel più puntuale, La Frivolité essentielle. Du vêtement et de la mode (PUF, 2001), ha provato a dimostrare che la moda funziona come anticipazione sociale e che, quando abbiamo i mezzi epistemologici adeguati, è possibile leggere tramite le immagini di moda lo stato sotterraneo di una società. In un certo senso ha trascurato il fatto che queste immagini si danno principalmente tramite la fotografia. Quindi, uno degli scopi di questo nuovo libro è di stare dietro il fotografo e non piu dietro il couturier e, conseguentemente, di completare la prospettiva precedente con gli stessi metodi (iniziati cinquanta anni fa dall’antropologia dell’immaginario di Gilbert Durand che ha adattato alle immagini di moda, ma che ha anche applicato, in un altro libro, alla macchina). La Photographie de mode. Un art souverain e in realtà il secondo volume di La Frivolité essentielle.

La Photographie de Mode. Un art Souverain Intervista a Frédéric Monneyron / F. Muzzarelli. - In: ZONEMODA JOURNAL. - ISSN 2283-7043. - STAMPA. - 2:(2011), pp. 196-198.

La Photographie de Mode. Un art Souverain Intervista a Frédéric Monneyron

MUZZARELLI, FEDERICA
2011

Abstract

Da quindici anni Frédéric Monneyron si occupa quasi esclusivamente del vestito e della moda nei libri sull’androgino e sulla seduzione, elementi centrali della sua ricerca. Ha pubblicato sette libri su questo soggetto, tradotti in cinque lingue. Nel più puntuale, La Frivolité essentielle. Du vêtement et de la mode (PUF, 2001), ha provato a dimostrare che la moda funziona come anticipazione sociale e che, quando abbiamo i mezzi epistemologici adeguati, è possibile leggere tramite le immagini di moda lo stato sotterraneo di una società. In un certo senso ha trascurato il fatto che queste immagini si danno principalmente tramite la fotografia. Quindi, uno degli scopi di questo nuovo libro è di stare dietro il fotografo e non piu dietro il couturier e, conseguentemente, di completare la prospettiva precedente con gli stessi metodi (iniziati cinquanta anni fa dall’antropologia dell’immaginario di Gilbert Durand che ha adattato alle immagini di moda, ma che ha anche applicato, in un altro libro, alla macchina). La Photographie de mode. Un art souverain e in realtà il secondo volume di La Frivolité essentielle.
2011
La Photographie de Mode. Un art Souverain Intervista a Frédéric Monneyron / F. Muzzarelli. - In: ZONEMODA JOURNAL. - ISSN 2283-7043. - STAMPA. - 2:(2011), pp. 196-198.
F. Muzzarelli
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/106610
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact