Da Aspertini a Bibiena. Il dialogo della quadratura con l'antico e con la scienza